Vedere delle opere così belle è davvero una meravigliosa opportunità!

La precisione del disegno, combinata a colori chiari e definiti e ad una

tecnica unica che lascia che i colori trovino il loro “posto” sulla carta,

è davvero splendida.

Attraverso la luce, che sembra emergere dalla superficie e le ombre, totalmente esplorate dall’artista attraverso la sua tecnica, lo spettatore è proiettato sempre più all’interno del quadro, e può così osservare e godere a pieno i dettagli

della natura e dell’architettura.

 

Mary Lee Coulson

Le atmosfere Franco Siciliano

 

Quando ho visto i primi acquarelli di Franco mi ha colpito in primo luogo l’atmosfera che sa infondere ai suoi lavori. La tecnica dell’acquarello è una tecnica molto difficile da maneggiare e Franco riesce a far sembrare  facili alcuni passaggi tonali, oppure delle fughe prospettiche in cui un colpo

di  luce diventa il vero soggetto dell’opera.

 

Se l’acquarello è di per sé complesso, ancor di più lo sono i suoi lavori,

lavori che sono basati su una tecnica da lui studiata e raffinata dalla costante verifica, opera dopo opera. Mentre l’acquarello tradizionale si basa su pennellate ricche di colore diluito con acqua, qui le pennellate sono sostituite da “bolle di acqua pigmentata” poggiate con il pennello per costituire un lento sovrapporsi di “ macchie”.  Se il tradizionale acquarello non consente pentimenti, ancor di più sicuri e fermi nel proposito si deve essere con questa modifica tecnica. Ma occorre  essere dotati anche di una pazienza certosina, cosa che negli artisti non è sempre facile rintracciare.

I suoi lavori spaziano in larga misura tra paesaggi, scorci di città o di paese, vedute marine. La capacità di Franco è quella di creare in ogni suo acquarello una immagine originale, tutto molto lontano da certi pittori di acquarelli

di “maniera” che ripetono sempre gli stessi soggetti e soprattutto producono immagini stanche, prive di atmosfera.

 

C’è invece grande vita ed espressione in questi lavori. È infatti  difficilissimo rendere visibile l’atmosfera rarefatta che c’è in un  luogo di mare alle prime

luci del mattino, oppure il tramonto che con gli ultimi lampi dorati  sta per   avvolgere in una coltre nera le antiche mura che si riflettono sull’acqua

del fiume.  

 

Ecco Franco con semplicità e naturalezza riesce a fare tutto questo e tutto questo ne fa un artista vero e profondo, di quegli artisti che dipingono con piacere la realtà, senza  però cadere mai nella riproduzione fotografica di certo iperrealismo privo di anima. Nei suoi lavori c’è sempre anima, passione, anche se non è mai una passione urlata, ma mostrata in modo semplice, pacato,

come il “suono del silenzio” che c’è d’estate nel sole  di mezzogiorno, nei paesi bianchi e assolati della sua Puglia, che tante volte ha mirabilmente dipinto.

 

Bruno Pierozzi

<... gli acquerelli in mostra testimoniano un viaggio nei luoghi di origine ma offrono anche la possibilità di osservare ampi paesaggi laziali colti preferibilmente alla luce dell'alba o del tramonto. La natura è esaltata dal possesso virtuoso dell'acquerello del quale Siciliano conosce ed utilizza le trasparenze e le rese atmosferiche. La tecnica non esclude l'attenzione al dettaglio e soprattutto agli effetti di luce che attraversano o sfiorano  i paesaggi...>  

Marinilde GIANNANDREA

© 2020 Franco Siciliano

Via Gadames, 3 - 00199 ROMA

Tel.:  06 86217202 -  391 2434308

  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon Instagram